Training : addestramento ed istruzione
Dal 1996 il nostro motto è " Non vendiamo brevetti. Addestriamo subacquei ! "

Il nostro sistema di addestramento si basa su semplici, ma solidi fondamenta.
Su questo si crea il nostro sistema didattico che è suddiviso in 3 sezioni :

  • Advanced Training
  • Technical Training
  • Speciality Training

3

Advanced Training
Di questo livello fanno parte i corsi di per utilizzare miscele iperossigenate, ed i corsi preparativi all'immersione tecnica, i quali forniscono al subacqueo un'enorme quantità di informazione per immergersi in modo corretto. Viene dato ampio spazio alla configurazione dell'attrezzatura, che deve essere semplice, minimalista ma sicura. Viene curato nel dettaglio l'assetto e la postura del subacqueo, vengono insegnate efficaci tecniche di propulsione e di comunicazione. Il corso Advanced Eanx Diver addestra il subacqueo ad effettuare immersioni con decompressione e con l'utilizzo di una bombola decompressiva con miscele nitrox.

I corsi di questo livello sono :

  • Eanx Diver
  • Deep Air Diver
  • Advanced Eanx Diver
  • Essential Hogartian Diver
  • Cavern Diver
  • Intro cave Diver
8

Technical Training
Di questo livello fanno parte i veri e propri corsi tecnici che addestrano il subacqueo ad utilizzare tutte le miscele binarie e ternarie. L'addestramento comprende tutte le procedure di emergenza, l'utilizzo dell'attrezzatura tecnica completa, con bombole deco/stage multiple e miscele ternarie ipossiche.
I corsi di questo livello sono :

  • Normoxic Trimix Diver
  • Technical Diver
  • Technical Wreck Diver
  • Trimix Diver

Speciality Training
Di questa categoria fanno parte tutti i corsi di specialità abbinabili ai corsi avanzati o tecnici. Alcuni corsi sono altamente selettivi come l'addestramento per ambienti ostruiti in grotte e relitti.
I corsi di questo livello sono :

  • Wreck Diver
  • Cave Diver
  • Eanx Gas Blender
  • Trimix Gas Blender
1

Sistema di addestramento
Dal 1996 addestriamo subacquei IANTD e in oltre 12 anni di attività abbiamo addestrato numerosi subacquei tecnici. Effettuiamo frequentemente immersioni tecniche e in trimix sui relitti in Croazia e Liguria, e nelle grotte della Val Stagna. La nostra palestra è il Lago di Garda ed il Mar Adriatico. I nostri istruttori sono stati i migliori Trainer attualmente in stato d'insegnamento, che a loro volta sono stati addestrati da subacquei come Tom Mount e Billy Deans. Abbiamo partecipato a numerose spedizione tra cui quelle IANTD in Mar Baltico, in Croazia sul relitto della corazzata Szent Istvan e in Albania sulla Regina Margherita.

I nostri corsi oltre ad essere formativi sono altamente selettivi e siamo convinti che la subacquea tecnica non sia per tutti. Se un subacqueo non raggiunge gli obiettivi previsti o presenta scarsa attitudine non viene brevettato.
Lo scopo principale dei nostri corsi è di raggiungere gli obiettivi previsti mantenendo un livello di SICUREZZA elevato, per questo motivo vengono suddivisi in tre parti cosi riassunte.

Addestramento teorico
Tutte le lezioni teoriche sono supportate dai manuali e da sussidi didattici, particolarmente aggiornati e moderni, creati direttamente dal nostro staff didattico. Durante ogni corso tutti gli esercizi e le procedure operative vengono mostrate in aula con l'ausilio di filmati, in modo tale da capire ed apprendere anticipatamente l'esecuzione di importanti procedure. Al termine delle sessioni di addestramento teorico è necessario effettuare un test di verifica delle conoscenze.

Addestramento in acque confinate
Lo scopo di queste immersioni è quello di fare "sovraimparere" all'allievo tutte le procedure e gli esercizi visti precedentemente durante le lezioni teoriche. Ogni esercizio viene spiegato e dimostrato in acqua dall'istruttore. Fin dai primi corsi avanzati e tecnici viene data fondamentale importanza all'assetto e alla postura in acqua, alla configurazione dell'attrezzatura, all'importanza della squadra, ai tipi di pinnegiata, alle procedure operative e di emergenza. Le sessioni in acqua bassa sono caratterizzate da numerosi esercizi con alto carico di stress e da svariate simulazioni di incidenti. Abbiamo inoltre la possibilità di utilizzare una telecamera subacquea e di rivedere tutte le parti dell'addestramento in acqua bassa con lo scopo di visionare gli errori commessi.

4

Addestramento in acque libere
Al termine di ogni corso vengono effettuate le immersioni previste per il livello di addestramento. A seconda del tipo di corso vengono scelti dei siti di immersione adeguati. Per i corsi tecnici e relitti le immersioni vengono obbligatoriamente effettuate al mare dalla barca, con utilizzo di stazione decompressiva e gestione di procedure nautiche.

Mantenimento del brevetto
Non è prevista una scadenza del brevetto, ma siamo profondamente consapevoli, che se un subacqueo non svolge immersioni tecniche regolarmente, perde quelle capacità e quell'esperienza acquisita durante il corso.
Un subacqueo attivo dovrebbe registrare almeno 30 immersioni per il livello di addestramento raggiunto, al di sotto di questo limite avrà bisogno di essere nuovamente addestrato.
Il subacqueo è obbligato quindi a certificare le proprie immersioni e se rimane inattivo per un periodo ulteriore a 6 mesi non potrà effettuare immersioni tecniche con il nostro gruppo, in quanto potrà essere un pericolo per se stesso e per i compagni.
Prima di iniziare ad immergersi dovrà partecipare a nuove sessioni di addestramento a discrezione dell'istruttore.

briefing

Scelta dell'agenzia didattica
Crediamo che non sia facile scegliere tra le innumerevoli agenzie didattiche di immersioni tecniche, molte si pubblicizzano come la migliore o la più tecnica, altre investono cifre altissime in pubblicità, pagine intere sulle riviste e siti internet. A prima vista molte agenzie sembrano tutte uguali e di ottima qualità. Ma in realtà non è cosi!

La IANTD International Association Nitrox & Technical Divers, e' stata la prima organizzazione didattica al mondo ad avere proposto i corsi di immersione nitrox, tecnica, trimix e rebreather, identificando con essi per molti anni il suo compito didattico.
La IANTD e' stata fondata nel 1985 da Dick Rutkowsky, capo sommozzatore NOAA (National Oceanographic & Atmospheric Administration) ed e' stata la prima organizzazione didattica a dedicarsi all'insegnamento della subacquea nitrox, tecnica, trimix e rebreather. Il successivo presidente della IANTD Inc., Tom Mount, fu il promotore dello sviluppo internazionale di queste tecniche di immersione, ormai presenti in tutto il mondo.

Nel 2006 ha soddisfatto le normative emesse dalla Commissione Europea di Standardizzazione EN 14153 1-2-3- & EN 14413 1-2 ed è stata certificata e autorizzata dalla stessa ad addestrare subacquei.
Rappresentanti dell'Istituto Normative Austriaco (ON) hanno lavorato a stretto contatto con le agenzie europee della IANTD per tre giorni di seguito durante un'audizione tenuta ad Hasselt (Belgio).
Il Nostro Training Facility IANTD è certificato secondo la normativa 14467 for "Recreational SCUBA Diving Service Providers" quale qualifica per i loro servizi inerenti alla subacquea.

I corsi tecnici IANTD sono concepiti per offrire ad un'utenza subacquea adeguatamente selezionata, prodotti didattici largamente testati e fondati su solidi concetti addestrativi, nonché consolidate conoscenze tecnico-scientifiche, non concedendo niente al caso o ad interpretazioni estremizzanti di tale attività.
La IANTD concepisce l'immersione tecnica come un'attività impegnativa, ma pur sempre effettuata per diporto. In quest'ottica la cura che pone la IANTD nel calcolo dei rischi e nella loro gestione è estrema. Tale importante argomento non si può certo esaurire in poche parole, ma potremo in questa sede condensarne i principi.

Il primo principio è sicuramente rivolto all'aspetto addestrativo e attitudinale in cui attraverso l'attività addestrativa si cerca non solo di formare le capacità tecnico-subacquee, ma anche quelle psico-attitudinali di maturità e serietà nel gestire le proprie immersioni. Una volta terminato l'addestramento è sottolineata la necessità di praticare l'attività con una certa frequenza per non perdere quell'equilibrio psico-fisico ottenuto durante l'addestramento. Importanza di rilievo viene data anche allo svolgimento di attività sportive collaterali per il mantenimento di una buona forma fisica, nonché accurati esami medici da effettuare minimo ogni 6 mesi in caso di intensa attività.

Il secondo principio è sicuramente indirizzato alla qualità ed idoneità dell'equipaggiamento da utilizzare, nonché ad un'adeguata ridondanza atta a gestire eventuali malfunzionamenti in immersione. Tale ridondanza nonché configurazione dell'equipaggiamento rappresenta per la IANTD una vera e propria "arte" da gestire adeguatamente soprattutto per evitare situazioni di configurazioni che oltre a sembrare ridicole per l'eccesso di equipaggiamento, possono tradursi in veri pericoli durante l'immersione.

Il terzo principio ma non ultimo principio per importanza è quello della sicurezza operativa. Tale sicurezza si articola in quella della gestione delle operazioni di superficie, quella della gestione della squadra, dei relativi controlli di sicurezza e dell'immersione stessa.

Per informazioni ed iscrizioni contatta : Massimiliano Canossa