Come igienizzazione la p-valve

Abbiamo chiesto a Cristian Ferrari, subacqueo e chimico, alcuni consigli su come pulire e disinfettare in maniera corretta la P-Valve.

Senta tanti giri di parole, Crisian ci ha confermato che uno dei migliori disinfettante, tra i tanti in commercio, è sicuramente a base di Benzalconio Cloruro. Il benzalconio cloruro è un tensioattivo dotato di proprietà germicide, detergenti e cheratolitiche. Viene impiegato in soluzioni acquose concentrate per la disinfezione della cute integra, per mantenere sterili strumenti chirurgici, materiali di gomma, ambienti asettici; in soluzione diluita per il lavaggio e la disinfezione di ferite superficiali, per irritazioni vaginali, sciacqui del cavo orale e instillazioni oculari. È anche utile per la cura di alcune micosi cutanee. Viene addizionato a molti colliri come conservante.

Segui questi semplici consigli e la tua PValve sarà sicura e pronta per ogni utilizzo

Il suo spettro d'azione comprende batteri Gram positivi, Batteri Gram negativi, Miceti, Virus (lipofili) e HIV. Il principio attivo riduce la tensione superficiale sul punto d'assorbimento, viene quindi rapidamente assorbito su superfici con carica batterica negativa (proteine, batteri, ecc.), ha effetto precipitante, complessante e denaturante delle proteine, provoca modificazioni enzimatiche della membrana citoplasmatica dei microrganismi.

Il principio attivo, ad esempio, ha dato assenza di crescita batterica già dopo un minuto di contatto su: Escherichia coli, Staphylococcus aureus, Enterococchi, Pseudomonas, Klebsiella, Proteus, Enterobacter, Serratia.

E' importante ricordare che il benzalconio cloruro, essendo un detergente cationico, tende a precipitare quando viene in contatto con sostanze anioniche, quali saponi, proteine e fibre di cotone. Di consueguenza non mischiate questo detergente con altri solventi o detergenti.

Per la procedura di pulizia si consiglia di spruzzare all'interno del tubo con valvola aperta il prodotto diluito, successivamente risciacquare con acqua (meglio se distillata per evitare il residuo di ioni Calcio e Magnesio "quelli responsabili della durezza") il tubo e la valvola per toglie i residui di disinfettante.

Dove acquistarlo ?

Il disinfettante in questione è reperibile in farmacia o al supermercato (non esiste un prodotto unico, ma tante marche, che contengono lo stesso principio attivo), verificare che sia in forma diluita per disinfezioni locali, meglio ancora se aggiunto di una piccola dose di clorexidina (che è un antisettico); ad esempio il "Neo Hansaplast "disinfettante liquido.

disinfettante pvalve

Quali alternative ?

Esistono in commercio altri disinfettanti per la PValve tra cui :

  • Sali quaternari d'ammonio

I sali quaternari d'ammonio hanno ampio spettro d'azione, ma sono inibiti dalle sostanze organiche e sono incompatibili con i detergenti anionici. Tra gli appartenenti a questa famiglia troviamo il Benzalconio cloruro (Germi Fog, Pinamon, Qualim e Steramina H)

  • Alcool etilico denaturato (disinfezione generica) può essere usato per uso topico
  • Amuchina o ipoclorito di sodio, da utilizzarsi in forma diluita e con attenzione può essee aggressivo su gomme e tessuti risciacquare abbondantemente
  • Iodofori

Negli Iodofori la parte attiva dei composti è lo iodio, che viene supportato da altri composti chimici per permetterne una attività prolungata ed una maggiore aggressività. Caratterizzati da un ampio spettro di azione, sono sporidici, fungicidi e virulicidi. Generalmente poco tossici, non sono corrosivi per metalli e gomma (Steriodina).

Questo non vuole essere una assolutezza di disinfezione né una soluzione universale, ma solamente una linea guida, è chiaro che esistono moltissimi prodotti, modi, e combinazioni di prodotti che possono raggiungere lo stesso obiettivo.
 

CONSIGLI PRATICI E OPERATIVI

Vi spiego come personalmente pulisco la mia P-Valve e che tipo di operazioni eseguo onde evitare brutte sorprese. Innanzitutto utilizzate guaine di qualità, io vi consiglio quelli della Coloplast modello Conveen. Sono le migliori in quanto ogni guaina viene fornita con un astuccio rigido e hanno un sistema brevettao antischiacciamento. Inoltre un pellicola srotola in maniera precisa e pulita la guaina. Ci sono varie misure (25-28-30-35mm)
Si trovano in tutte le farmacie, oppure sul sito : nauticamare.it

Prima dell'immersione utilizzate un prodotto per la pulizia e disinfezione, e lo inserite tramite una siringa (senza ago) nel tubo della P-Valve.
Disinfettate anche il beccuccio di connessione con la guaina e l'eventuale Quick Disconnect. Utilizzate una seconda siringa con acqua distillata e eseguite la stessa operazione.

Lasciate agire almeno 60 secondi il detergente


COME APPLICARE LA GUAIN PER PVALVE

Se utilizzate il modello sopradescritto di guaina per pvalve Conveen tenete l'applicatore verde con due dita e posizionatelo in maniera appropriata. Con l'altra mano tirate leggermente la linguetta verso la base ed assicurarsi che si srotoli completamente. Rimuovere poi l'applicatore. Non sono necessari altri adesivi o nastri di chiusura.

Con queste semplici operazioni le vostre mani che precedentemente sono andate a contatto con bombole, acqua, o altro materiale non propriamente disinfettato non andranno a contattato con le vostre "parti intime".
Al termine dell'immersione rimuovere la guaina e lavare di nuovo la Pvalve con lo stesso prodotto sopradescritto (Neo Hansaplast o similare).

E' consigliabile l'utilizzo di uno speciale detergente "scogli colla" prodotto sempre dalla Conveen. Si trattta di uno spray da applicare tra la guaina della pvalve e la pelle, questo liquido riduce il potrere del collante ed aiuta la rimozione della guaina per pvalve senza danneggiare o irritare la pelle.

Infine fate un ultimo lavaggio con dell'acqua corrente i modo tale da non lasciare tracce di detergente nella valvola.