Utilizzi una muta stagna e non sai quale sottomuta acquistare ?
Di seguito troverai tutte le risposte alle tue domande e potrai affrontare le prossime immersioni al freddo avendo fatto l’acquisto più adatto alle tue esigenze.
Questo articolo ti può essere utile se stai pensando di acquistare il tuo primo sottomuta o finalemnte vuoi sostituire quel vecchio pigiamo che utilizzi sotto la muta stagna e ti stai chiedendo quale scegliere.

Lo scopo dei sottomuta è quello di fornirti il massimo comfort durante l'immersione.

Come comfort intendo non solo stare caldo, ma sopratutto :

  • Non sentire freddo
  • Avere la massima libertà di movimento
  • Non sudare
  • Sentirsi addosso un indumento con una buona vestibilità
  • Non indossare il classico “orsetto” che sembra più un vecchio pigiama che un capo d’abbigliamento.
  • Che sia funzionale e dotato di una serie di “dotazioni” utili per la subacquea moderna.

Partiamo dal presupposto che non esiste un sottomuta universale adatto a qualsiasi temperatura dell'acqua.

Quando sceglierai il sottomuta dovrai tenere in considerazione i seguenti 7 fattori molto importanti, altrimenti rischi di aver speso inutilmente i tuoi soldi senza risolvere i problemi.

 

1. Protezione termica adattata alle esigenze individuali ed al tipo di muta stagna

Il sottomuta per la muta stagna è progettato per garantire la protezione termica durante l'immersione.

Dovrà quindi garantire il comfort termico sott'acqua. Ognuno di noi ha il suo livello di comfort termico individuale, alcuni si sentono meglio in condizioni leggermente più fredde, altri preferiscono una temperatura più alta.

Il comfort termico può variare scegliendo uno o più strati di indumenti da utilizzare sotto la muta stagna.

Considera infine che una muta stagna in trilaminato avrà bisogno di un sottomuta più pesante rispetto ad una muta stagna in neoprene.

 

2. Traspirazione adeguata del sottomuta

Una caratteristica molto importante di un buon sottomuta è l'elevata traspirabilità verso l'esterno, significa che il materiale con il quale è realizzato il sottomuta deve essere il più traspirante possibile in ambiente chiuso e senza ricircolo d’aria come l’interno di una muta stagna.

Attenzione, non sempre i prodotti utilizzati per altri sport, come ciclismo o montagna, possono essere adatti alle immersioni. Spesso sono stati studiati per traspirare ed asciugare velocemente perché vengono a contatto con l’aria. Ma nella tua muta stagna non ci sono le stesse condizioni.

Questo è importante sopratutto durante la decompressione quando restiamo in acqua per un periodo abbastanza lungo con poco movimento. La fodera deve essere di buona qualità e dovrà fare uscire l'umidità, in modo tale che il tuo corpo sarà asciutto per tutta l’immersione.

È importante ricordare che il sottomuta deve essere indossato sulla biancheria intima termica come merino o altri tessuti traspiranti e non a diretto contatto della pelle.

Non usare assolutamente maglie di cotone o materiale sintetico non traspirante, in quanto assorbono il sudore che una volta raffreddato porterà ad una sgradevole sensazione e in acqua avrai sicuramente freddo.

 

3. Scegli un sottomuta con fodera antivento

Un altro aspetto importante, spesso non menzionato dai produttori di abbigliamento subacqueo, è la capacità di ripararti dal vento. Quando si va in barca, le condizioni meteorologiche non sono sempre perfette, prima o dopo l’immersione si può trovare vento o pioggia.

Dopo aver rimosso la muta stagna spesso resti con il sottomuta per un lungo periodo prima di tornare in porto o di arrivare a casa.

Quindi scegli un sottomuta realizzato con un materiale che ti protegga dal vento, dall'umidità e magari anche dalla pioggia o dagli spruzzi d’acqua.

 

4. Tempo di immersione e temperatura dell'acqua

Il comfort delle immersioni dipenderà dalla temperatura dell'acqua in cui si intende immergersi e dal tempo in immersione. Come ben sai, l'acqua toglie il calore del corpo 25 volte più velocemente dell'aria, il che significa che anche se ti immergi in acque calde, senza un'adeguata protezione termica il tuo corpo si raffredda molto velocemente e sentirai freddo.

Inoltre più a lungo rimani sott'acqua e più si abbasserà la temperatura corporea. Per questo avrai la necessità di una protezione termica adeguata.

Vale la pena notare che, statisticamente, le donne sott'acqua sentono un freddo più velocemente, così come le persone magre. Avranno quindi bisogno di un sottomuta più spesso o di più strati per proteggersi contro l'ipotermia.

Se stai pianificando una breve immersione entro i 60 minuti, anche in acqua fredda è sufficiente un sottomuta con un rivestimento medio.

Se invece ti immergi regolarmente in acque profonde con decompressione, anche se la temperatura dell'acqua è più alta, vale la pena indossare un sottomuta più caldo o considera l’utilizzo di un sistema di riscaldamento elettrico.

Una protezione termica adeguata ti consentirà di goderti l’immersione più a lungo senza disagi associati al raffreddamento, oltre ad aumentare la sicurezza ed allontanare il rischio di patologia da decompressione.

 

5. Dimensioni e taglia del sottomuta

Ti ricordo che la taglia corretta ed una adeguata vestibilità garantiscono comfort nei movimenti.

Quando si sceglie il sottomuta considera quale biancheria intima termica utilizzi, oppure se utilizzi un corpetto riscaldato e di conseguenza scegli la taglia corretta.

Puoi anche considerare di ordinare un sottomuta con alcune modfiche di taglia od addirittura farlo realizzare su misura.

Devi anche sapere che quando un sottomuta è troppo grosso ed ingombrante ti limiterà la libertà di movimento, e richiederà ulteriori zavorra aggiuntiva. 

Per la scelta del sottomuta fatti consigliare da un negoziante preparato e prova a muoverti come nelle immagini seguenti.

Ti ricordo che oggi molte aziende producono sottomuta anche per donna, con un taglio studiato appositamente per le forme femminili.

 

6. Materiale

Il tipo di tessuto, con il quale è composto il sottomuta, è davvero la cosa più importante. Un sottomuta di buona qualità di solito è composto da 3 strati: uno strato interno, uno strato intermedio ed uno strato esterno.

Lo strato interno è il materiale più sottile, ad es. Fleece, che è progettato per adattarsi comodamente al corpo.

Lo strato intermedio è lo strato isolante principale ed è il vero cuore del sottomuta. La qualità, lo spessore e la tecnologia influenzano il livello di comfort dell'isolamento termico.
Deve avere una coibenza termica appropriata per assicurare isolamento termico, traspirabilità in basa alla temperatura dell’acqua e alla durate delle tue immersioni.

Lo strato esterno dovrebbe facilitare la vestizione della muta stagna ed aiutare la traspirabilità ed allo stesso tempo proteggerti dal vento.

 

7. Dotazione ed accessori

Un buon sottomuta dovrà essere dotato di alcuni particolari accessori che lo rendono utile ed adatto al tipo di immersioni che andrai a fare.

Ad esempio se farai immersioni tecniche probabilmente utilizzi pvalve e corpetto riscaldato.

Un buon sottomuta dovrà avere quindi il foro per fare passare il tubo dell P-Valve e il cavo del riscaldatore.

Inoltre dovrà essere dotato di bretelle, elastici alle caviglie e sui polsi per agevolare la vestizione. Alcuni nuovi modelli sono dotati di protezione termica aggiuntiva.

Considera anche se viene fornito con una borsa di trasporto meglio a rete, in modo tale da asciugarsi velocemente. 

Chiedi infine al negoziante come lavarlo, perchè alcuni sottomuta sopratutto in Pile e poliestere lavandoli perdono le loro caratteristiche.

Quale sono i migliori sottomuta per mute stagne?

E' difficile rispondere a questa domanda, possiamo dirti quali sono i nostri preferiti ed i più venduti nel nostro negozio.

  1. SANTI BZ400X
  2. SANTI FLEX 190
  3. SANTI FLEX 360
  4. HALCYON PRIMO
  5. SCUBAPRO Climatec
  6. SCUBAPRO K2
  7. FOURTH ELEMENT HALO 3D
  8. FOURTH ELEMENT ARTIC
  9. KWARK POLAR